4 minuti di lettura

 

Che cos’è Scrum? Lavorare insieme nella stessa Direzione affinché i risultati raggiunti siano chiari e visibili da tutti e siano trasparenti i procedimenti messi in atto per raggiungerli: questo, l’obiettivo primario di Scrum, definito dalla guida ufficiale come “un framework per sviluppare e sostenere prodotti complessi”.

Si tratta della metodologia Agile più utilizzata e caratterizzata da grande gioco di squadra che dell’“Arte del possibile” fa il suo motto.

Non a caso, infatti, i creatori di Scrum – Jeff Sutherland e Ken Schwaber – hanno mutuato il termine dal rugby, sport in cui “Scrum” indica il momento del gioco in cui, in una mischia, i competenti del team spingono tutti nella stessa direzione.

Fatta questa premessa ecco la guida di Teroro Agency che spiega nei minimi dettagli che cos’è il processo Scrum e perché è importante.

Scrum: che cos’è questo processo agile?

Il processo decisionale che caratterizza il framework Scrum si basa sull’empirismo e, quindi, esso viene innescato sulla base dell’esperienza.

Uno degli aspetti principali della Metodologia Agile è la convinzione di avere come punto di partenza una solida base dalla quale mettere in atto uno sviluppo che, di volta in volta, sia un processo monitorato costantemente che si possa adattare alla realtà alla quale viene applicato.

Più nello specifico, il complesso lavoro di progettazione si basa su step che prendono il nome di “Sprint” e, per ognuno di questi livelli, vengono stabiliti nuovi obiettivi da implementare a quelli raggiunti nelle fasi precedenti.

Tutto questo deve avvenire in modo controllato e ogni risultato sarà sottoposto all’attenzione del cliente che potrà valutare come prende forma il prodotto finale.

Scrum prevede la creazione di una User Story che dovrà rispondere a determinate caratteristiche, ovvero quelle di indipendenza, negoziabilità, deve essere valutabile, dare la possibilità che venga stimata, deve essere breve e testabile, caratteristiche individuate dall’acronimo inglese INVEST.

Metodologia Scrum: Ruoli, Artefatti, Eventi

Nella metodologia Agile Scrum, dobbiamo distinguere:

RUOLI

In questa categoria rientrano 3 figure:

  1. Product Owner: si occupa della programmazione del lavoro e dà un’ordine alle fasi del progetto, valutando le impressioni degli Stakeholder.
  2. Scrum Master: è il leader del gruppo di lavoro e conosce in dettaglio la metodologia applicata. Valuta come superare le difficoltà ed assicura che ogni membro sposi – senza riserve – il progetto.
  3. Team di Sviluppo: si tratta di una squadra, formata dalle altre sue figure e composta da un minimo di 3 ad un massimo di 9 sviluppatori che si autogestisce su come mandare avanti il progetto ed è cross funzionale perché competente in merito agli obiettivi da realizzare.

ARTEFATTI

Sono i prodotti tramite i quali viene garantita la trasparenza e si distinguono in:

  1. Product Backlog: si tratta dell’elenco di tutte le potenziali modifiche destinate al prodotto e alle versioni aggiornate dello stesso, stilato dal Product Owner.
  2. Sprint Backlog: è il complesso degli elementi che determinano il lavoro da fare e che permettono la valutazione di quello già svolto ed è modificabile in base a come il Team ritiene opportuno.
  3. Incremento: è il resoconto di quanto fatto in uno sprint e prevede la creazione di una “Definizione di fatto” che deve essere condivisa dal team.

EVENTI

Sono 4, hanno una durata prefissata e compongono lo Sprint. Si distinguono in:

  1. Sprint Planning: è la parte iniziale dello sprint che, con una riunione tra i componenti del team, permette di determinare lo Sprint Gol, ovvero l’obiettivo.
  2. Daily Scrum: 15 minuti di tempo in cui, quotidianamente, il Team di Sviluppo fa il punto della situazione e si confronta su quanto fatto e quanto sarà fatto.
  3. Sprint Review: è l’incontro che segue al termine di ogni Sprint. Prevede il confronto con gli stakeholder e la sua durata dipende dallo sprint.
  4. Sprint Retrospective: della durata massima di 3 ore, è questo il confronto in cui si avvia l’analisi formale dello sprint terminato e si decide quali miglioramenti apportare e come implementare tali modifiche nello sprint successivo.

Gli eventi saranno ripetuti tante volte fino a quando non si arriva alla conclusione del progetto.

Processo Scrum in Teroro Agency

Il nostro modo di operare è complesso: il contesto in cui si sviluppano i progetti di sviluppo sono gestiti da un project manager coadiuvato da un team di professionisti con competenze multidisciplinari.

Quali sono i vantaggi derivanti dall’approccio agile?

  • Migliore soddisfazione finale dei clienti,
  • velocità di esecuzione,
  • ottimizzazione delle risorse,
  • visibilità dell’efficacia del lavoro svolto,
  • economicità del risultato finale.

Noi di Teroro Agency applichiamo questa ad ogni singolo progetto che ci commissionano i nostri clienti.

Se vuoi ricevere informazioni, contattaci e scopri cosa possiamo fare per te!


Hai bisogno d'aiuto? Contattaci subito!


Cosa ne pensi? Lascia un commento! (0)

teroro-agency